Procedure
--------------------------------
Chirurgiche Viso
--------------------------------
Chirurgiche Corpo
--------------------------------
Mediche
--------------------------------
Blefaroplastica Superiore
Il trascorrere del tempo, fattori costituzionali, abitudini di vita trasformano la palpebra superiore in “cadente” e ciò incide negativamente sull’armonia del volto, rendendo lo sguardo meno interessante e stanco donandogli un aspetto tipico della vecchiaia. A volte tale inestetismo assume anche un significato funzionale in quanto interferisce con una corretta visione oculare.

La blefaroplastica, o chirurgia delle palpebre, è una procedura che rimuove la cute in eccesso, asporta e/o ridistribuisce le borse grassose palpebrali e rifila il muscolo orbicolare se necessario.
Comunque è bene sottolineare che la blefaroplastica non corregge le cosiddette “zampe di gallina” e non elimina gli aloni neri intorno agli occhi.

Tale procedura può essere eseguita da sola o in combinazione con altri interventi quali il Lifting 3D, il Contouring Face e la Blefaroplastica inferiore

Anestesia locale con sedazione
Day-hospital
Ecchimosi spariscono in pochi giorni
Gonfiore modesto
Ripresa normali attività: 7 giorni
Ripresa attività sportive: 1 mese
Dopo 2 settimane i segni di tale intervento sono completamente scomparsi
No esposizione solare diretta per 40/60 giorni
SI trucco dopo 7 giorni

Nell’immediato post-operatorio si applicano dei piccolissimi cerotti, al di sopra dei punti, ed è opportuno fare degli impacchi freddi.
Per ottenere una cicatrice ottimale è consigliabile “tenere a riposo” gli occhi per circa una settimana, in modo da evitare che il gonfiore, od una piccola ecchimosi, possa rimanere più o meno evidente per qualche giorno in più del previsto.
I risultati sono in genere buoni fin dai primi giorni, anche se alterati dall’inevitabile gonfiore post-operatorio e dalle piccole ecchimosi palpebrali che tendono a riassorbirsi in 7/10 giorni.
Il viso apparirà subito ringiovanito e lo sguardo più profondo.

E’ opportuno eseguire prima dell’intervento una visita oculistica che escluda una eventuale patologia oculare.
Nella prima settimana post-operatoria non si dovrebbe affaticare la vista ed eventuali impacchi freddi facilitano la ripresa e riducono il gonfiore, come in seguito i massaggi linfodrenanti.
Anche se ripetibile l’intervento è generalmente duraturo nel tempo, tuttavia rimane legato ai fisiologici processi d'invecchiamento cutaneo, quindi mirati trattamenti di Medicina Estetica aiuteranno a mantenerlo definitivo.

Solo un accurato esame obiettivo della regione orbitaria con un attenta valutazione della palpebra superiore, inferiore, sopracciglio e canto esterno può stabilire un preciso piano di trattamento al fine di restituire allo sguardo la luminosità e la giovinezza persi nel corso degli anni.

Possiamo dire che la Blefaroplastica ci restituisce lo sguardo che avevamo e che il tempo ci ha sottratto.

inizio pagina