Rubrica del 20 aprile 2011
Gentile dr.Armellini, ho 57 anni ed un viso svuotato e molto rilassato a livello delle guance. Mi vedo tanto invecchiata e vorrei avere un volto più luminoso e disteso. Cosa posso fare? Grazie Daniela (Milano)

Cara Daniela, con il trascorrere degli anni il viso va incontro a continue ed inesorabili modifiche dovute a più processi che avvengono e si sommano. La cute perde elasticità, il tessuto sottocutaneo si riduce e disloca verso il basso, la muscolatura perde tonicità e la struttura ossea varia considerevolmente. Oggi il vero “nemico” dell`invecchiamento si chiama Lifting Tridimensionale, che a differenza del vecchio lifting che solleva e basta, consente di ridare compattezza ed armonia ai contorni del viso e del collo in maniera totalmente naturale, attenuando non solo le rughe ma conferendo al volto un aspetto riposato ed estremamente attraente. Tale intervento si esegue in anestesia generale ma in casi selezionati anche in anestesia locale con sedazione. Il viso non è un foglio piano ma un susseguirsi di convessità e concavità. La novità di tale tecnica è l`attenzione che si ha nei confronti delle salienze del viso ( zigomi, angolo della mandibola), perché solo così si riescono ad ottenere risultati totalmente naturali. Il Lifting Tridimensionale si può associare ad altre procedure quali la chirurgia delle palpebre, il Contouring Face, la Liporistrutturazione, il Blu-Peel.


Salve, sono una ragazza di 19 anni, desidero tantissimo aumentare il volume delle labbra. Quale prodotto mi consiglia? Grazie , Annalisa (Palermo)
Cara Annalisa, il primo consiglio è di non esagerare , in quanto labbra grandi non significano labbra belle. Il secondo consiglio è di utilizzare solo ed esclusivamente materiali totalmente riassorbibili e biocompatibili. Il viso cambia e ciò che sembra giusto ora, potrebbe essere ridicolo fra 10 anni. Personalmente utilizzo solo fillers a base di Acido Ialuronico di ultima generazione. Tale prodotto consente non solo di aumentare il volume ma soprattutto di migliorare la forma delle labbra in maniera totalmente sicura. Inoltre, l`acido ialuronico svolge una importante azione idratante e di stimolazione cutanea.


Gentile dottore, ho partorito un anno e mezzo fa, ho 29 anni ed un seno molto svuotato. Mi piacerebbe aumentare il volume del seno, ho incontrato due suoi colleghi ma ho le idee più confuse di prima. La domande che le pongo sono: le protesi è meglio metterle sotto il muscolo o sotto la ghiandola? Protesi rotonda o a goccia? Grazie, Lucia (Roma).
Cara Lucia la sua domanda è molto frequente e la risposta si può dare solo dopo una accurata visita ed un attento esame obiettivo, e comunque dipende da caso a caso. Spesso dopo la gravidanza ed il successivo allattamento, i seni risultano non solo svuotati ma anche scesi, in questo caso il discorso è diverso e alla mastoplastica additiva è necessario associare un intervento di mastopessi. In linea di massima quando la paziente presenta una buona ghiandola mammaria si può scegliere di posizionare la protesi sopra il muscolo, viceversa quando la ghiandola è scarsa si preferisce inserirla sotto il muscolo, in quanto in questo caso la “ copertura “ ghiandolare non risulterebbe sufficiente e la protesi potrebbe essere visibile. La scelta della protesi dipende dalle esigenze della paziente e dal tipo di risultato che desidera ottenere. Oggi abbiamo a disposizione per ogni volume almeno 15 tipi di protesi di forma differente e ciò consente di “cucire addosso” l`intervento alla paziente. La cosa importante è non esagerare con i volumi e cercare di ottenere un risultato più naturale possibile ed armonico con il resto del corpo. Se lei necessita di una mastoplastica additiva semplice senza procedure aggiuntive, la protesi anatomica ( a goccia) potrebbe risultare la scelta più giusta. Prima di sottoporsi all`intervento chieda al chirurgo di incontrarlo più volte, solo così potrà essere aiutata e consigliata al meglio. Mi raccomando si rivolga solo ed esclusivamente ad un Medico specialista in Chirurgia Plastica.

inizio pagina