A primavera sboccia la bellezza
intervista di Tiziana Paolocci - 22 marzo 2011
Come allontanare la vecchiaia grazie alle protesi sottorbitarie, lifting 3D, peelings, biostimolazione e fillers. I consigli del chirurgo Alberto Armellini

Il tempo scorre inesorabile e tutti prima o poi cominciano a fare i conti con lo specchio. La vita media si è allungata e sempre più spesso si vedono uomini e donne non più giovani con un gran desiderio di curarsi e mantenersi al meglio. Allo stesso modo tante ragazze e ragazzi cominciano a curare la propria pelle per rallentare il fenomeno dell'invecchiamento cutaneo.
Con la primavera alle porte tutti hanno voglia di sole e di mare, così in questo periodo dell'anno gli studi dei chirurghi plastici vengono presi d'assedio per farsi trovare pronti ed in forma all'inizio della bella stagione. Ne parliamo con il dottor Alberto Armellini, specialista in chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva, diplomato alla Scuola Internazionale di Medicina Estetica e direttore del Gianicolo Plastic Surgery Institute.


Dottor Armellini, cos'è l'invecchiamento cutaneo?
Il concetto di invecchiamento cutaneo ormai è stato sostituito dal concetto di invecchiamento del viso, in quanto la cute rappresenta solo una delle quattro strutture che con il passare degli anni vanno incontro a processi di trasformazione dovuti al trascorrere del tempo. Possiamo dire con certezza che una volta compiuti i 18 anni, cominciamo a invecchiare, che per quanto riguarda il viso vuol dire perdere progressivamente l'elasticità e la compattezza cutanea, il giusto trofismo del sottocute, i muscoli si rilassano e dislocano verso il basso e la componente scheletrica tende a riassorbirsi.

Quali sono i trattamenti più richiesti ?
In linea di massima le pazienti desiderano attenuare le rughe della fronte e del contorno occhi, ridurre quelle intorno alla bocca e i solchi naso-genieni, migliorare la forme e il volume delle labbra, eliminare le macchie del viso, avere una pelle più luminosa, un viso più disteso e perché no, dimostrare meno anni di quelli che hanno. Per quanto riguarda la medicina estetica le procedure più eseguite sono i peelings, i fillers a base di acido ialuronico ed il bio-lifting. In campo chirurgico il lifting 3D e le protesi sottorbitarie.

Cos'è precisamente il bio-lifting?
Con il passare del tempo si riduce la concentrazione di acido ialuronico, collagene ed elastina a livello cutaneo e ciò provoca una diminuzione della compattezza e dell'elasticità della pelle. Mediante il bio-lifting si rifornisce la cute di aminoacidi, vitamine, acidi nucleici, sali minerali, acido ialuronico. Tali sostanze totalmente bio-compatibili stimolano i fibroblasti a produrre collagene, acido ialuronico ed elastina oltre a svolgere un'importante azione anti-ossidante. Il bio-lifting migliora la qualità, la funzione, l'estetica della pelle e rallenta il processo d'invecchiamento. Un vero elisir di giovinezza da effettuare a tutte le età.

Qual'è il segreto per avere un viso fresco e giovanile?
La genetica ci aiuta molto, a questa bisogna associare corretti stili di vita come non fumare, esporsi al sole con criterio, mangiare bene, fare attività fisica costante, avere una vita privata appagante e curarsi con trattamenti ambulatoriali e domiciliari personalizzati. L'aspetto del viso non dipende da quante rughe ci sono, ma dall'espressione del viso stesso, che il più delle volte appare come una maschera triste e stanca. È fondamentale capire dove il viso sta cedendo o cederà.

E' vero, che sempre più spesso i fidanzati o i mariti regalano alle proprie amate interventi di chirurgia estetica?
Si. Questa tendenza sta aumentando sempre più e interessa sia gli uomini che le donne. Qualche settimana fa una bellissima ragazza sui 26 anni ha preso un appuntamento non per lei, ma per avere informazioni su un eventuale intervento da regalare al suo fidanzato di 45 anni, che da tempo desiderava rivolgersi ad uno specialista in chirurgia plastica. La settimana successiva è tornata nel mio studio con il suo lui, che dopo un'accurata visita ed un successivo incontro con me, ha prenotato l'intervento per la fine di marzo. Anche questo è un modo di dimostrare il proprio amore.

Un consiglio per i nostri lettori?
Cautela. Rivolgetevi solo a medici specialisti in chirurgia plastica. Gli interventi devono essere eseguiti in sala operatoria di cliniche di alta qualità, in presenza sempre dell'anestesista e di una equipe chirurgica al completo. La chirurgia è una cosa seria e necessita di preparazione, rigore e serietà.

questo articolo su "il Giornale"

inizio pagina